La decima giornata di campionato come trampolino di lancio per una fine d’anno davvero intensa: sabato, alle 18, a Mompiano, l’An Brescia ospiterà il Nuoto Catania con l’intenzione di dare ancora più sostanza a una condizione in continua crescita. Ovvero, effettuare una buona prova con il team di Giuseppe Dato per poi dare il meglio nella settimana successiva quando, mercoledì 19, di nuovo a Mompiano, ci sarà la sfida di Champions con la Dynamo Mosca e, sabato 22, un appuntamento per chiudere bene il 2018, cioè la visita al Recco, per l’undicesimo turno della rassegna tricolore. Otto giorni decisamente impegnativi che il sette di Sandro Bovo è pronto ad affrontare con determinazione, entusiasmo e voglia di dare sempre più concretezza a un percorso che possa portare a grosse soddisfazioni. Riguardo a questo sabato, spunto d’interesse in più sarà l’ennesimo confronto tra fratelli Presciutti: dopo l’esperienza nel Torino ’81, il più giovane, Daniel, è approdato nelle fila dei siciliani e, tra tre giorni, ci sarà modo di assistere al super derby in famiglia. Al di là di questo, l’An dovrà fare i conti con una squadra che non viaggia in buone acque (con 6 punti, i catanesi sono penultimi in graduatoria) ma che, nelle ultime settimane, ha fatto vittime illustri come la Canottieri Napoli e la Rari Nantes Savona, per cui, a Mompiano, è atteso un avversario motivato e in forma. In dubbio, la presenza di Mladjan Janovic, non ancora guarito da un attacco di bronchite.

«Per più di un motivo – presenta l’incontro, il vice presidente biancazzurro, Alessandro Morandini -, ritengo importante la partita di sabato: innanzitutto, Catania è una squadra giovane che, dopo un inizio difficile, sta trovando la condizione giusta. Giocano molto sui continui movimenti e verranno per dire la loro: per noi, sarà un valido test per preparare il mercoledì di coppa con la Dynamo, appuntamento in cui sarà importantissimo conquistare i tre punti. Il match sarà un’altra occasione per proseguire la crescita di un  gruppo che è sempre più un traino per l’intero movimento pallanuotistico locale: giusto ieri, è arrivata la convocazione di Corinne Bovo nella nazionale femminile Under 15, traguardo, questo, che rende onore al lavoro della società e del settore tecnico».